Home

Cosa e’ l’idrogeno molecolare

L’H2, noto anche come idrogeno molecolare, è un gas incolore, insapore e inodore. La molecola di idrogeno ha una struttura semplice, costituita da due atomi di idrogeno che sono collegati tra loro.

L’idrogeno è ampiamente distribuito nell’ambiente naturale. Può combinarsi con atomi di altri elementi chimici (elio, ossigeno, ecc.). Ad esempio, due atomi di idrogeno molecolare se combinati con un atomo di ossigeno formano una molecola d’acqua .

L’idrogeno prende il primo posto nella tabella degli elementi chimici compilati dal famoso scienziato D.I. Mendeleev. È l’elemento più piccolo e semplice, ma allo stesso tempo funzionale ed estremamente diffuso in tutto l’universo.

Rappresenta circa l’89 percento di tutti gli atomi del pianeta. E la sua importanza nel corso di vari processi chimici è grande come quella dell’ossigeno. È significativo non solo per il mondo naturale, ma anche per la salute umana.

L’idrogeno molecolare è sicuro e non tossico. Anche il corpo umano produce questo elemento nel tratto gastrointestinale nel processo di digestione e scissione del cibo, che contiene una grande quantità di fibre – fibre grossolane.

L’idrogeno molecolare è in grado di penetrare senza impedimenti nel cuore stesso della cellula – nei mitocondri. E funziona come un antiossidante, proteggendo il DNA, l’RNA e le proteine dallo stress ossidativo.

L’idrogeno molecolare neutralizza i radicali liberi più dannosi, i citotossici, trasformandoli in acqua. Tuttavia, non tocca i buoni radicali liberi. Fornisce un forte sostegno agli antiossidanti e al sistema immunitario del nostro corpo.

L’H2 è l’unico antiossidante in grado di penetrare la barriera emato-encefalica.

Nonostante il fatto che la vitamina C sia anche un antiossidante, è troppo grande per penetrare nei mitocondri.

 

 

Prevenzione

Un articolo del 2010 pubblicato su Free Radical Research, ha dichiarato:

“Non è esagerato affermare che l’impatto dell’idrogeno sulla medicina terapeutica e preventiva potrebbe essere enorme in futuro”.

Già nel 1975, i dipartimenti di Biologia e Chimica della prestigiosa Università di Baylor e Texas pubblicarono un interessante articolo sui potenziali usi dell’idrogeno molecolare in medicina. Tuttavia, non è stato fino al 2007, quando un articolo è stato pubblicato su Nature Medicine, che mostrava le proprietà antiossidanti selettive e l’attività antiapoptotica dell’idrogeno molecolare, alimentando l’interesse del settore biomedico per quanto riguarda il potenziale terapeutico dell’idrogeno. Prima del 2007, solo 50 articoli sull’idrogeno sono stati pubblicati come terapia medicinale, rispetto a più di 500 articoli pubblicati negli ultimi sette anni. Forse il motivo principale per cui solo recentemente l’idrogeno molecolare viene riconosciuto come molecola terapeutica è dovuto allo scetticismo scientifico poiché è difficile credere che l’idrogeno molecolare biatomico possa avere effetti terapeutici perché è generalmente considerato un gas inerte.

L’ idrogeno molecolare e acqua ossigenata hanno il grande pregio di facilmente diffuso in compartimenti subcellulari e arrivare dove altri antiossidanti non possono fare radicali eliminando così ossigeno citotossica, proteggendo così il DNA, RNA e proteine da stress ossidativo. L’idrogeno molecolare attiva anche la regolazione positiva di ulteriori enzimi antiossidanti come il glutatione, la superossido dismutasi, la catalasi, ecc. Nonché le proteine ​​citoprotettive del corpo. L’idrogeno molecolare può essere una molecola in grado di alterare la segnalazione cellulare, il metabolismo a 10-celle e l’espressione genica. Di conseguenza, produce effetti anti-infiammatori, antiallergici e anti-apoptotici (o anti-morte cellulare).

È stato anche scoperto che le acque “curative” o “curative” documentate in località come Nordenau (Germania), Tlacote (Messico) e Hita Tenryosui (Giappone), contengono gas idrogeno disciolto. L’esistenza dell’idrogeno molecolare in queste sorgenti potrebbe essere il risultato della reazione dell’acqua con i metalli alcalino terrosi o dei batteri che producono idrogeno molecolare e alghe.

L’idrogeno molecolare ha una storia intrigante. Si potrebbe dire che è la madre di tutti gli elementi dell’universo e, insieme con l’ossigeno, è stato intrinsecamente coinvolto con l’evoluzione della vita sia in procarioti ed eucarioti (ad esempio, idrogenasi, idrogenosomi, mitocondri, etc. ). Sono gli estremi dell’ossigeno e dell’idrogeno che forniscono un equilibrio tra ossidazione e riduzione, un fenomeno vitale per la vita. Non sorprende che questa stretta relazione tra ossigeno e idrogeno sia stata mantenuta con organismi superiori, tra cui piante, animali e umani. Tuttavia, fino a poco tempo fa, la ricerca si era concentrata solo sull’importanza e la tossicità dell’ossigeno scartando completamente il ruolo dell’idrogeno.

La comunità medica e scientifica sta lavorando attivamente alla scoperta dei veri meccanismi molecolari e degli obiettivi primari del gas idrogeno. In breve, avere più dati per dimostrare e comprendere pienamente il potenziale terapeutico dell’idrogeno molecolare.

Blog

Acqua ricca di idrogeno per migliorare l’umore, l’ansia e la funzione neurovegetativa e la vita quotidiana.

In questa ricerca pubblicata su Pubmed in data 22 gennaio 2018 hanno partecipato: Mizuno K 1, 2 , Sasaki AT 1, 3, 4 , Ebisu K 1, 3 , Tajima K 5, 3 , Kajimoto O 1, 2 , Nojima J 6 , Kuratsune H 7 , Hori H 1, 3 , Watanabe Y 1, 8, 4 . Informazioni sull’autore 1Centro universitario della città di Osaka per l’innovazione delle scienze della salute, Osaka, Giappone. 2Dipartimento di Scienze mediche sulla fatica, Scuola di Medicina dell’Università di Osaka City, Osaka, Giappone. 3Squadra …

Effetti del bere acqua ricca di idrogeno sulla qualità della vita dei pazienti trattati con radioterapia per tumori del fegato.

Vi riportiamo in questa pagina l’abstratc di una ricerca pubblicate su Pubmed il 7 giugno 2011 dai ricercatori Kang KM 1 , Kang YN , Choi IB , Gu Y , Kawamura T , Toyoda Y , Nakao A . Abstract SFONDO: I pazienti oncologici sottoposti a radioterapia spesso manifestano affaticamento e compromissione della qualità della vita (QOL). Si ritiene che molti effetti collaterali della radioterapia siano associati ad un …

Idrogeno molecolare: un gas medico preventivo e terapeutico per il trattamento di varie malattie (Oncotarget)

Il 21 settembre 2017, la rivista Oncotarget, una pubblicazione scientifica dedicata all’oncologia, ha pubblicato un articolo dal titolo Idrogeno molecolare: gas medicale preventivo e terapeutico per il trattamento di varie malattie. E’ un articolo molto ampio e con diversi approcci informativi Questo e’ link Nella preparazione dello studio hanno partecipato: – Li Ge (Dipartimento di …

Contatti

Contatta la nostra associazione

Contattaci al telefono per sapere come ottenere i benefici dell'idrogeno molecolare. Chiamaci!